Celestia - Navigare all'esplorazione dell'Universo in 3D

Indice degli argomenti

Celestia - Software libero di simulazione e navigazione 3D dell'Universo e Planetario in tempo reale. Caratteristiche, funzionalità e installazione in GNU/Linux.

Il progetto Celestia

Celestia è uno dei tanti esempi di applicativi del software libero e open source nati dall'iniziativa di un singolo appassionato e sfociato in un grande progetto software di successo che coinvolge una community internazionale di sviluppatori.

Nel 2001, Chris Laurel, programmatore di Seattle, decise di realizzare un software libero e gratuitamente disponibile dal Web, che permettesse a chiunque, giovani studenti, docenti, semplici appassionati e studiosi di astronomia e di astrofisica, di esplorare l'Universo. Il risultato del suo impegno è Celestia, un simulatore spaziale in tempo reale col quale poter di navigare in modo dinamico nell'Universo attraverso una vista tridimensionale.

Sin dalla distribuzione della versione 1.0, Celestia ha subito stupito per le sue caratteristiche e potenzialità suscitando l'interesse e l'impegno di un gran numero di studiosi o semplici appassionati che hanno dato vita ad una community di sviluppatori di ogni parte del mondo. Grazie al loro impegno lo sviluppo di Celestia è continuato negli anni arricchendo l'applicazione, non solo di nuove caratteristiche funzionalità, ma anche di un gran numero di add-on con texture dei corpi celesti, script di missioni spaziali, percorsi tematici e viaggi educativi virtuali nell'esplorazione di pianeti, stelle e galassie.

Download e Installazione di Celestia

Fedele all'iniziativa originale, Celestia è un software libero, open source e gratuitamente disponibile per le diverse piattaforme GNU/Linux, Windows e macOS.

I pacchetti di installazione di Celestia per le diverse piattaforme sono gratuitamente scaricabili dalla sezione Download del sito ufficiale. Nella stessa pagina è disponibile anche il codice sorgente liberamente modificabile e ridistribuibile nel rispetto della licenza GNU Public License.

Per Windows sono disponibili gli archivi autoesplodenti per le architetture 64-bit e 32-bit. Dopo aver scaricato il pacchetto, basta lanciare l'eseguibile che scompatterà l'archivio nella cartella di esecuzione di Celestia.

Per installare Celestia nelle distribuzioni GNU/Linux basate su Debian, come Ubuntu, Linux Mint e le varie distribuzioni derivate da Ubuntu, basta aprire il Terminale ed eseguire la classica sequenza di comandi che riguardano:

  1. aggiungere la chiave pubblica di autenticazione dei pacchetti APT;
  2. aggiungere le sorgenti software di terze parti;
  3. download e installazione dell'applicazione.

1) Aggiungere la chiave di autenticazione dei pacchetti:

curl -s https://celestia.space/packages/celestia.key | sudo apt-key add -

2) Aggiungere la sorgente software:

Il comando da eseguire è il seguente:

echo deb https://celestia.space/packages SUITE COMPONENT | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/celestia.list

dove SUITE sarà sostituito con il codename della distribuzione utilizzata e COMPONENT sarà sostuito con universe per le versioni Ubuntu xenial o bionic oppure con main per le altre versioni.

Ad esempio, per installare Celestia in Ubuntu 20.04 'Focal Fossa' o in Linux Mint 20.x (basata su Ubuntu 20.04) l'istruzione per aggiungere la sorgente software diventa:

echo deb https://celestia.space/packages focal main | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/celestia.list

3) infine, aggiorniamo la lista delle Origini Software:

sudo apt update

e installiamo Celesita:

sudo apt install celestia

Completata l'installazione in Linux Mint, troviamo Celestia nel menù di Avvio dell'ambiente desktop tra le voci del gruppo di applicazioni dedicate all'Istruzione.

Il video nella pagina che segue mostra l'installazione di Celestia in Linux Mint 20.2 e l'esperienza di utilizzo nell'esplorazione dell'Universo.

Segue: Esplorare l'Universo con Celestia

Guarda anche...