Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Nuova Linux Mint 19 'Tara'

Indice degli argomenti

La nuova Linux Mint 19 "Tara" è stata da poco rilasciata con le sue edizioni Cinnamon, MATE e Xfce. Basata su Ubuntu 18.04 LTS, Linux Mint 19 è una release LTS, cioè con supporto a lungo termine fino al 2023. Esploriamo alcune delle principali novità e vediamo come effettuare l'upgrade a Linux Mint 19.

Linux Mint è la distribuzione GNU/Linux tra le più popolari e apprezzate. Basata su Ubuntu, ma dispone anche di propri repository, la prima release risale al 2006. Anno dopo anno, release dopo release ha conquistato gli utenti Linux di tutto il mondo fino a divenire una delle distribuzioni più apprezzate e utilizzate. Mentre vi scrivo, le statistiche di DistroWatch posizionano la pagina dedicata a Linux Mint al secondo posto, dopo Manjaro, nella classifica degli ultimi 12 mesi. I suoi principali pregi risiedono nella stabilità ed affidabilità del sistema, nell'intensa e continua attività di sviluppo da parte del team, nell'insieme di utility e strumenti che ne esaltano l'esperienza di utilizzo e, perché no, nella vesti grafiche particolarmente curate in ogni edizione.

Sul finire dello scorso giugno (29 giu. 2018) il team di sviluppo Linux Mint ha annunciato, dal Linux Mint Blog, il rilascio della nuova major release Linux Mint 19 distribuita nelle consuete edizioni dedicate agli ambienti desktop Cinnamon, Xfce e MATE. Linux Mint 19 è basata su Ubuntu 18.04 LTS (Bionic Beaver) e come tale è una release con supporto a lungo termine (LTS) supportata fino al 2023.

Le release di Linux Mint sono distribuite con edizioni dedicate agli ambienti desktop Cinnamon, MATE, Xfce. Tra queste, l'edizione più popolare è la Cinnamon, l'ambiente desktop innovativo sviluppato all'interno del progetto Linux Mint. L'edizione MATE è notoriamente stabile e veloce, mentre quella Xfce sfrutta le caratteristiche di un ambiente desktop leggero e stabile e quindi adatto a computer e caratteristiche hardware meno performanti e/o datati. L'edizione KDE ha visto la sua ultima comparsa con Linux Mint 18.3 (cfr. Monthly News - Ottobre 2017 sul Linux Mint Blog). Per comprendere meglio quale edizione sia più idonea alle proprie esigenze si può consultare la pagina 'Scegliere l’edizione giusta' della Guida all'installazione di Linux Mint.

Novità di Linux Mint 19

Non poche sono le novità di Linux Mint 19 nome in codice "Tara". Quelle di rilievo sono presentate nelle note ufficiali di rilascio di ciascuna edizione: Cinnamon, MATE e Xfce (per chi ancora non conosce Linux Mint, non lasciatevi spaventare dalle pagine in inglese del sito ufficiale; la distribuzione è localizzata in numerose lingue, tra le quali, quella italiana).

Tra le principali novità comuni alle tre edizioni, particolare rilievo è dato a Timeshift. L'utility, già introdotta con Linux Mint 18.3, assume da adesso un ruolo preponderante riguardo alle caratteristiche di sicurezza e stabilità della distribuzione. Con Timeshift è possibile salvare le "istantanee" (snapshot) delle configurazione del sistema; l'operazione può essere eseguita manualmente oppure programmata nel tempo. In questo modo, se dovessero verificarsi problemi nelle funzionalità del sistema, sarà possibile ripristinare il computer all'ultima configurazione funzionante.

PCpercaso.com :: Linux Mint 19 - Timeshift Linux Mint 19 - Timeshift.
(clicca per ingrandire)

La Schermata di Benvenuto è stata totalmente ridisegnata esibendo una pratica navigazione a schede. La scheda Primi passi, in particolare, guida l'utente meno esperto (ma utile anche per i più esperti a volte più distratti!) nelle prime azioni da compiere per partire con una distribuzione efficiente e sicura. Così, viene anzitutto suggerita la pianificazione delle istantanee automatiche di sistema con Timeshift, quindi il controllo dei driver, l'installazione dei codec multimediali, l'aggiornamento delle applicazioni e via dicendo.

PCpercaso.com :: Linux Mint 19 - Benvenuto Linux Mint 19 - Benvenuto.
(clicca per ingrandire)

Il Gestore Aggiornamenti (Update Manager) si affida a Timeshift per garantire la stabilità del sistema e suggerisce di applicare tutti gli aggiornamenti disponibili. Se le istantanee automatiche di Timeshift non sono state configurate, sarà mostrato un avviso.

Il Gestore Applicazioni (Software Manager), già rinnovato in Linux Mint 18.3 con l'adozione della nuova tecnologia Flatpak, è stato ulteriormente migliorato. Oltre alle modifiche nel layout dell'interfaccia, è stata migliorata la funzione di ricerca rendendola più veloce e consentendo la ricerca all'interno delle categorie. Ma gli sforzi principali sono stati concentrati nell'adozione di una nuova cache interna, sviluppata da APT e Flatpak per Linux Mint, in modo che applicazioni come il Gestore Applicazioni possano gestire APT e Flatpak allo stesso modo senza preoccuparsi delle loro differenze.

PCpercaso.com :: Linux Mint 19 - Gestore Applicazioni Linux Mint 19 - Gestore Applicazioni.
(clicca per ingrandire)

Nell'edizione Linux Mint 19 Cinnamon troviamo il nuovo Cinnamon 3.8. La recente release (2 mag. 2018) dell'ambiente desktop si caratterizza, tra le tante novità, per il miglioramento delle performance, l'incremento della velocità nell'avvio delle applicazioni e nel rendering delle finestre.

Linux Mint 19 MATE è equipaggiata con l'ultimo MATE 1.20 rilasciato lo scorso febbraio. Tra le nuove caratteristiche di MATE Desktop 1.20 risaltano il supporto per display HiDPI con rilevamento dinamico e ridimensionamento, i miglioramenti nelle prestazioni del windows manager - Marco - con il supporto a DRI3 and XPresent ed il trascinamento delle finestre in quadranti, i miglioramenti significativi nei temi MATE per implementare completamente tutte le classi di stile di GTK 3.22, etc.

Segue: Se e come aggiornare a Linux Mint 19