linux

  • PCpercaso.com :: Puppy Linux nuova linfa per il vecchio portatile: scopriamo la versione derivata Puppy NOP

    Puppy Linux è la mini distribuzione ben nota agli appassionati di GNU/Linux, ma sicuramente meno agli utenti di Windows, in grado ridare nuova vita al nostro vecchio portatile ormai relegato e ahimè dimenticato nello scaffale più alto della libreria!
    Tra le distribuzioni derivate da Puppy Linux, ho installato Puppy NOP 4.3.1 sul mio notebook con Pentium III 850MHz e 256 MB di RAM.

  • Qmmp è il player audio open source in perfetto stile Winamp per Linux, FreeBSD e Windows. Legge i più diffusi formati audio, la sua interfaccia grafica supporta le skin di Winamp ed utilizza i plugin per espandere le sue funzionalità. Installiamo Qmmp in Ubuntu e Linux Mint.

  • PCpercaso.com :: Slacko Puppy 5.3.1 - Slacko Puppy 5.3.1, nuovo orgoglio della Community Puppy Linux, è la release rilasciata a dicembre 2011.
    Slacko, realizzata attraverso il Puppy builder Woof, è compatibile con i pacchetti binari Slackware 13.37 ed utilizza il kernel 2.6.37.6. Tra le principali caratteristiche di Slacko spiccano la suite Mozilla Seamonkey (browser, editor HTML, IRC chat, e-mail e news), il nuovo gestore di rete Frisbee ed un assortita raccolta di applicazioni multimediali. E come per ogni Puppy Linux il tutto in meno di 128 MB!

  • PCpercaso.com:: Concludiamo questra breve serie di articoli dedicati a Slacko Puppy soffermandoci sui packet manager presenti nella distro utili per istallare l'ampio assortimento di applicazioni disponibili. Quindi, vedremo come installare in Slacko la suite per l'ufficio LibreOffice, il software di fotoritocco Gimp e lo strumento per il VoIP e la messaggistica Skype.

     

  • Sparky Codecs Installer è una nuova utility, da poco aggiunta all'applicazione APTus di SparkyLinux, che permentte di installare con un clic un set di codec multimediali e plugin per il browser.

  • SparkyLinux 3.3, la distribuzione GNU/Linux caratterizzata dal parsimonioso utilizzo delle risorse hardware, mette a disposizione più edizioni a 32 bit e 64 bit: dai più leggeri ambienti desktop LXDE e Xfce a GNOME 2 all'edizione "GameOver" dedicata agli appassionati del videogame. Nel video di questo articolo esploriamo le caratteristiche di SpaskyLinux 3.3 MATE, l'edizione con l'ambiente desktop basato sull'evoluzione del buon vecchio GNOME 2.

  • Rilasciata SparkyLinux 3.6. Oltre agli aggiornamenti ordinari di tutti i pacchetti, la nuova release contiene ulteriori miglioramenti e correzioni di bug.

  • Rilasciata SparkyLinux 3.6. Oltre agli aggiornamenti ordinari di tutti i pacchetti, la nuova release contiene ulteriori miglioramenti e correzioni di bug.

  • Stacer è la popolare utility Linux dedicata alla monitoraggio delle risorse, pulizia ed ottimizzazione del sistema. La nuova release, recentemente rilasciata (ago. 2017), è stata riscritta in C++ a favore di un notevole risparmio di risorse e maggiore velocità di esecuzione. Installiamo Stacer in Ubuntu e Linux Mint.

  • PCpercaso.com:: Il CD di recupero per sistemi e dati danneggiati.SystemRescueCd è il Live CD in Linux realizzato per fornire una serie di utili strumenti per il recupero dei sistemi e dei dati e la gestione delle partizioni dei dischi.

  • Nuovo look Yosemiteper Ubuntu. Da NoobsLab il tema grafico MacBuntu Yosemite per le edizioni Ubuntu 14 e Linux Mint 17.

  • PCpercaso.com :: Temi grafici per Conky:  Conky LaunchpadNel precedente articolo "Conky - System monitor in un widget per il desktop Linux" abbiamo illustrato le potenzialità di Conky il monitor di sistema per Linux e BSD ampiamente configurabile e personalizzabile.

    Adesso vestiremo Conkycon i tanti temi grafici messi a disposizione nel web dalle community di sviluppatori, artisti e designer: Conky Launchpad.

  •  

  • Come gestire gli archivi RAR in Ubuntu?

  • La gestione degli effetti visivi di Ubuntu è affidata a Compiz che è uno dei compositing window manager per X Window System.

    La scheda "Effetti visivi" della finestra di dialogo Preferenze dell'aspetto (voce di menu Sistema→Preferenze→Aspetto) ci permette di scegliere tra due livelli di effetti grafici: Normali e Aggiuntivi.

    Per poter sfruttare al meglio la varietà di effetti 3D offerta da Compiz esistono due gestori di configurazione direttamente installabili attraverso i repository di Ubuntu: CompizConfig Settings Manager e Simple Compizconfig settings manager.

  • CHM (Compiled Help Modules) è il formato proprietario utilizzato dai file aiuto in linea Microsoft HTML Help, in pratica il sistema di aiuto standard per la piattaforma Windows.

  • Per riprodurre in Ubuntui DVD video criptati, come i film in DVD regolarmente acquistati o noleggiati, è necessaria l'installazione di specifiche librerie non presenti nella distribuzione.

  • PCpercaso.com: Installare Ubuntu 10.10 Netbook Edition in dual boot su Eee PC 1000HEUbuntu 10.10 Netbook Edition è la nuova edizione di Ubuntu appositamente realizzata per i Netbook. Una nuova interfaccia grafica - Unity - ottimizzata e ben riuscita, a mio parere, per coniugare le indiscusse caratteristiche e prestazioni della nuova Ubuntu 10.10 con le esigenze di usabilità in mobilità tipiche dei piccoli Netbook.

    Ecco come ho installato Ubuntu 10.10 Netbook Edition su l'Eee PC 1000HE in dual boot con Windows XP.

  • PCpercaso.com :: Ubuntu 13.04 - Installazione su macchina virtuale in Windows e VirtualBoxLa nuova Ubuntu 13.04, nome in codice “Raring Ringtail”, è stata da poco rilasciata. Per chi vuole subito conoscere le novità della distro di casa Canonical ecco come utilizzare VirtualBox per creare in Windows una macchina virtuale dove installare Ubuntu 13.04.

  • Probabilmente, dopo aver aggiornato Ubuntu alla versione 9.04 (Jaunty), vi sarà capitato di non trovare più la stampante PDF tra quelle che precedentemente installate.

  • Immaginate una release aggiornata di Ubuntu senza Unity ma con un desktop tradizionale. Ecco Ubuntu MATE la distro GNU/Linux basata su Ubuntu con l'Ambiente Desktop MATE evoluzione del tradizionale GNOME 2.
    Nel video installiamo Ubuntu MATE 14.04 LTS ed esploriamo le caratteristiche principali della distribuzione.

  • VeraCrypt è una applicazione per la creazione e la gestione di volumi (dischi fissi e partizioni) e dispositivi di archiviazione crittografati al-volo. Nato  come forkdel famoso TrueCrypt, il cui progetto è stato terminato nel 2014, VeraCrypt risolve i problemi di sicurezza riscontrati in TrueCrypt, mantiene la compatibilità dei volumi del progetto originario e aggiunge importanti caratteristiche di sicurezza alla crittazione dei volumi.

  • Poter condividere le cartelle tra sistema host e le macchine virtuali è sicuramente una delle caratteristiche che favoriscono l'usabilità dei software di virtualizzazione. Tale caratteristica è resa disponibile in VirtualBoxattraverso l'installazione delle Guest Additions come già illustrato nel precedente articolo "VirtualBox - Installare le Guest Additions nel sistema guest Ubuntu". In questo esempio configuriamo le cartelle condivise tra un sistema host in Windows 7 ed il sistema guest con Ubuntu 10.04 LTS nel quale sono state già installate le Guest Additions.

  • VirtualBox 3: creare una nuova macchina virtuale e installare il sistema operativoNei primi due articoli dedicati a Oracle VM VirtualBox  - "VirtualBox: un PC... e tante macchine virtuali" - abbiamo iniziato a conoscere le potenzialità dei software di virtualizzazione e descritto l'installazione di VirtulaBox nei sistemi Windows e Linux ed Ubuntu.
    Adesso vedremo in azione VirtualBox 4 per creare, in un computer host con Windows 7, una nuova macchina virtuale nella quale installeremo Ubuntu 10.04 LTS.

  • PCpercaso.com: VirtualBox - Installare le Guest Additions nel sistema Guest FedoraNel precedente articolo "Fedora 15 - Installazione in VirtualBox su Windows 7" abbiamo seguito le procedure guidate di Oracle VM VirtualBox per creare, in un computer host con Windows 7, una nuova macchina virtuale nella quale abbiamo installato Fedora 15 Desktop Edition.
    Adesso completeremo la configurazione della macchina virtuale Fedora 15installando le Guest Additions di VirtualBox.

  • Dopo aver installato Oracle VM VirtualBox in un computer host GNU/Linux, creato la nuova macchina virtuale ed installato il sistema operativo guest, probabilmente ci si accorgerà che il supporto USB non è abilitato negando, pertanto, la possibilità di poter accedere dai sistemi guest a qualunque dispositivo (pendrive, had disk esterni, stampanti, etc.) collegato attraverso le porte USB. In effetti, la gestione del supporto USB di VirtualBox nei computer host in GNU/Linux, richiede, da parte dell'utente, alcune impostazioni non necessarie, invece, nei sistemi host in Windows.

    In questo esempio prenderemo in considerazione VirtualBox 3.2.8 installato in Ubuntu 10.04 LTS 64 bit.

  • Oracle VM VirtualBox 4.3.10 è stata da pochi giorni rilasciata. La nuova release consiste principalmente nella correzione di alcuni bug ma contiene anche alcune novità ancora in via sperimentale.

    Installiamo o aggiorniamo VirtualBox 4.3.10 in Windows, Ubuntu e le distribuzioni Linux basate su Debian.

  • Immaginiamo di essere in una sessione del Terminale Linux e di dover digitare la password per ottenere i privilegi di root. Durante la digitazione non si ha alcun effetto visivo del prompt che rimane lampeggiante e fermo nella sua posizione. Ecco un semplice tweak per far comparire gli asterischi durante la digitazione.