Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

L'avvio della maggior parte di distribuzioni GNU/Linux è gestito dal boot loader GNU GRUB (GRand Unified Bootloader). L'introduzione della nuova generazione GRUB 2 ha di fatto sostituito il precedente GRUB adesso denominato GRUB Legacy. Entrambi i boot loader forniscono una interfaccia a menù con la quale l'utente può facilmente selezionare il sistema operativo da avviare.
Spesso torna utile aumentare il tempo di avvio automatico per avere a disposizione qualche secondo in più per selezionare il sistema operativo da avviare.

Per avviare ciascun sistema operativo è necessario eseguire una serie di comandi. La configurazione dell'interfaccia a menù e dei relativi comandi per il boot dei sistemi operativi è definita in uno specifico file di configurazione solitamente posizionato nella cartella /boot/grub/.
Le due versioni GRUB Legacy e GRUB 2 presentano differenze sostanziali sia nella sintassi dei comandi che nei file di configurazione denominati rispettivamente menu.lst in GRUB e grub.cfg in GRUB 2.
Diversi sono anche i metodi di modifica delle configurazioni, pertanto esaminiamo distintamente i due casi iniziando dal nuovo GRUB 2 ormai in uso nelle distribuzioni GNU/Linux.

 

Timeout in GRUB 2

Nel nuovo GRUB 2 il file di configurazione menu.lst di GRUB Legacy è stato sostituito dai file /boot/grub/grub.cfg e /etc/default/grub. Dei due file, quello utilizzabile per le modifiche è /etc/default/grub.

Dal terminale apriamo con l'editor di testo il file /etc/default/grub:

sudo gedit /etc/default/grub

tra le prime linee non commentate (cioè senza il simbolo '#') individuiamo l'opzione GRUB_TIMEOUT e modifichiamo il valore del tempo di attesa portandolo, ad esempio, a 20 secondi:

GRUB_DEFAULT=0
#GRUB_HIDDEN_TIMEOUT=0
GRUB_HIDDEN_TIMEOUT_QUIET=true
GRUB_TIMEOUT=20
...

salviamo il file ed usciamo dall'editor di testo.

Infine, affinchè la modifica abbia effetto, bisognerà aggiornare il file di configurazione /boot/grub/grub.cfg digitando il comando:

sudo update-grub

 

 

 

Timeout in GRUB Legay

Tra le variabili presenti nel file menu.lst della precedente edizione GRUB Legacy troviamo la 'timeout', che definisce proprio il tempo di attesa prima dell'avvio automatico del sistema.
Ad esempio, dopo l'installazione di Ubuntu (se la memoria non mi inganna, GRUB Legacy era il bootloader predefinito di Ubuntu fino alla versione 9.04) il valore di predefinito del timeout è settato a 10 secondi.
Per  aumentare il tempo di avvio automatico basterà aprire il file di configurazione di GRUB (ovviamente con i privilegi di root) e modificare il valore della variabile timeout.

Posizioniamoci nella directory /boot/grub e, per sicurezza, facciamo una copia di backup del file di configurazione:

cd /boot/grub
sudo cp menu.lst menu_bak.lst

Quindi, apriamo il file di configurazione con l'editor di testo; ad esempio in Ubuntu eseguiamo da terminale il comando:

sudo gedit menu.lst

e modifichiamo il valore della variabile timeout da 10 e 20 secondi:

## timeout sec
# Set a timeout, in SEC seconds, before automatically booting the default entry
# (normally the first entry defined).
timeout    20
...

 

Nel prossimo articolo "GRUB 2 e Ubuntu - Semplici configurazioni, colori e sfondi" scopriremo altre semplici configurazioni del menu di GRUB 2. wink
 

Collegamenti esterni a GRUB